SBCV004 - GRAMMOPHONE - MULTIVERSO

 

BIO

Sono in cinque e vengono da Eboli. Evocano atmosfere nordiche, a loro lontane, con una vocalità unica nel genere. I Grammophone viaggiano tra istinto e razionalità, vestendo di elettricità la poesia di una personalissima estetica musicale. Nel cerchio infuocato delle categorie, siedono ai piedi del Rock popular e dell'elettronica sperimentale, figli di una costante sildenafil citrate 100mg ricerca melodica. Il progetto muove i primi passi nel 2009, con la voce e il basso di Felice Calenda, le chitarre di Gianni Anzillotta e Antonio Concilio, il piano di Cristian Peduto e la batteria di Nicola Bonelli. Da Arezzo Wave a Sanremo Rock il quintetto campano si lascia scoprire su numerosi palcoscenici della penisola.

Nel Maggio 2013 viene pubblicato silagra online il video di "North Porcellin", preludio all'album "Multiverso", in uscita il 12 Ottobre, in anteprima what happens when a woman takes viagra dal 4 su SentireAscoltare http://sentireascoltare.com/album/multiverso/

Multiverso dei Grammophone è figlio dell’etichetta Subcava Sonora, la prima label ed agenzia di comunicazione specializzata nella musica in copyleft, che rilascerà anche questa produzione attraverso licenze Creative Commons. Il lavoro nasce dall’unione di respiri diversi: registrato in presa diretta cheap sildenafil presso il Sam Recording Studio di Lari (PI) e mixato al 8bbr.rec di Milano da Ivan Antonio Rossi – già al lavoro con Zen Circus e Virginiana Miller – e masterizzato da Giovanni Versari (Pfm, Vinicio Capossela) presso La Maestà studio di Tredozio (FC). A Manuele Altieri (La Fine) è affidato il progetto grafico.